MVP: l’innovazione deve essere rapida ma la velocità è un grosso problema

Di | Blog | 4 Comments

Un simpatico signore si accomoda a un tavolo di un ristorante, il locale è abbastanza affollato e il personale cerca senza grandi risultati di non fare spazientire i clienti.

“Solo un minuto”, indica una ragazza.

L’uomo distoglie solo un attimo lo sguardo dallo smartphone e annuisce senza troppa convinzione. Un minuto e 30 secondi dopo, la signorina è al tavolo per prendere l’ordinazione ma il signore si sta alzando proprio in quel momento.

“Mi spiace, c’è stato un cambio di programma. Devo andare”

Leggi di più

Le personas devono creare problemi: sei indizi per scoprire se sono inefficaci.

Di | Blog | 4 Comments

Nicolò è un architetto di 32 anni. Decisamente un tipo di bell’aspetto, la sua vita si divide tra Milano e Parigi dove ha un pied-à-terre che gli permette di dar sfogo al suo carattere dinamico e cosmopolita. È un appassionato di arte moderna e di innovazione tecnologica e fin da quando ha intrapreso la sua professione si è focalizzato sul successo personale e sull’arricchimento culturale, alimentati anche da una grande passione per i viaggi.

Tra l’inaugurazione di una mostra e uno spostamento in business class, Nicolò trova comunque il tempo di interessarsi di politica sia nazionale che estera, argomenti che gli servono per intrattenere gli amici quando, a sera, si concede un meritato aperitivo in un locale esclusivo di Milano. Sempre che non sia impegnato a praticare sport o nel realizzare fotografie per la sua prossima esposizione.

Quanti Nicolò hai conosciuto nella tua vita? Probabilmente nessuno. Non perché lo stile di vita di Nicolò sia riservato, e neanche perché tu non frequenti “i giri giusti”.
Il punto è che Nicolò non esiste.

Leggi di più

Perché acquistiamo e vendiamo la formazione sbagliata?

Di | Blog | 2 Comments

Quella che sto per raccontare è una storia di problemi. Di problemi non risolti e dei problemi dati dai problemi che invece vengono risolti. Suona complicato? Ecco una storia vera, semplice ed attuale per spiegarlo.

Ryan e Jenn Cmich hanno presentato qualche giorno fa un dispositivo pensato per aiutare le persone a fare sesso. L’idea nasce dal fatto che sempre più coppie, le statistiche dicono l’80%, faticano a trovare l’intimità e soprattutto ad avere un desiderio coordinato, significa nello stesso momento.

Per combattere problemi del tipo “ho mal di testa” e “domani lavoro” (sempre per generalizzare…) il nuovo dispositivo, lanciato con una campagna su Kickstarter, permetterà di far sapere al partner quando si ha davvero “voglia di stare insieme”

L’innovazione sta nel fatto che avviene in modo anonimo: se una persona preme il bottone per comunicare il suo desiderio ma il partner non ha fatto lo stesso entro un determinato periodo di tempo (ad esempio nell’arco dei 15 minuti), non succede niente. Se invece entrambi schiacciano sul buzz più o meno contemporaneamente, ancora ad esempio nell’arco di 15 minuti, entrambi i dispositivi si illumineranno e, nell’idea di Ryan e Jenn, sarà il segnale dell’amore.

Leggi di più

Quando la crescita chiede una riorganizzazione interna: il caso Adrilog

Di | Case History | No Comments

 

Quando la crescita è esponenziale e gli sforzi per il risultato si sommano alla necessità di consolidare e rinforzare i processi, c’è bisogno di un intervento rapido e mirato. A questa necessità il Business Designer può rispondere con gli Sprint, processi controllati su base iterative.

È il caso di Adrilog, un’azienda di servizi con sede in Abruzzo.

Leggi di più

Business Model Canvas: una rete per i professionisti riconosciuti

Di | Blog | No Comments

In occasione della riedizione di Creare Modelli di Business, ci siamo trovati a riflettere su quanta strada abbiamo fatto in questi anni.
“Abbiamo” perché l’abbiamo fatta tutti insieme, ogni giorno, portando un nuovo metodo e nuovi strumenti nelle aziende. A partire dalle microimprese fino ad arrivare alle grandi corporate, tutti abbiamo contribuito a diffondere un modo nuovo, efficiente ed efficace, di affrontare la strategia imprenditoriale.

Leggi di più

Innovazione efficiente: ottimizzare o radicalizzare?

Di | Blog | No Comments

Sarà difficile restituire un giorno alla parola innovazione il significato impattante che ha avuto le prime volte che l’abbiamo ascoltata, pronunciata, inserita in un progetto. Al momento è diventata una di quelle parole il cui significato è talmente ampio da aver bisogno di ulteriori aggettivi o specifiche per definirla, come “innovazione di prodotto” o “innovazione tecnologica”. Se parliamo di innovazione efficace c’è però qualcosa che stona: che senso avrebbe infatti innovare senza efficacia? Si tratta di un accostamento lapalissiano. Personalmente preferisco parlare di innovazione efficiente. Il suo significato è molto meno scontato e, a differenza di “efficace”, aggiunge davvero valore e senso del termine “innovazione”. E cosa significa oggi essere efficienti?

Leggi di più

Realtà VUCA: avere progetti in un mondo complesso e mutevole

Di | Blog | No Comments

Complessità: senz’altro una delle parole chiave associate alla realtà in cui viviamo. Oggi le aziende, come anche gli individui, si trovano a confrontarsi con un contesto e delle relazioni in continuo mutamento, rese tanto più intricate quanto più l’impatto tecnologico cresce. Già l’algebra scolastica ci ha insegnato che anche l’equazione più complessa va risolta semplificando. Ma se l’algebra offre teoremi, formule e princìpi per semplificare in modo controllato, che strumenti abbiamo noi per semplificare la realtà senza cadere in una lettura semplicistica dei fatti? Leggi di più